Dieta Whole 30: un mese per disintossicarti e dimagrire

L’estate è ormai arrivata e chiunque non sia riuscito nei mesi passati a raggiungere il proprio peso forma, prova ora una corsa contro il tempo. È questo infatti il periodo in cui maggiormente si va a caccia di diete innovative, che promettono perdite di peso lampo. Le soluzioni per dimagrire sono le più svariate e, attraverso una ricerca attenta, è possibile trovare ciò che fa al proprio caso e soprattutto al proprio fisico.

La nuova dieta di cui oggi tutti parlano è la Whole 30, ideata da Melissa e Dallas Hartwing. Gli effetti benefici sarebbero duplici: dimagrimento e disintossicazione. Non solo perdere peso dunque, ma allo stesso tempo ripulire il nostro organismo, magari dopo un periodo caratterizzato da un’alimentazione poco salubre.

I due coniugi hanno attentamente eliminato dall’elenco dei cibi consentiti tutti quelli che, secondo il loro giudizio, risulterebbero dannosi per l’organismo. Ad ogni modo la Whole 30 non propone un preciso menù a chiunque voglia seguirne i dettami. La vera restrizione è data dalla lista di cibi consentiti, che non farebbero appesantire, lasciando libero arbitro in merito alle proporzioni e alla frequenza dei pasti.

Vietato lasciarsi andare a peccati di gola, dunque strappi alla regola. In questi 30 giorni ci si dovrà ripulire, mettendo al bando ogni forma di alcool, cereali, legumi, latticini e zuccheri. Qualcosa di già visto ma la grande differenza di Whole 30 riguarda la frutta e verdura. Molte diete infatti tentano di limitarne il consumo, mentre gli Hartwing lo consigliano caldamente, anche se in porzioni limitate.

È inoltre vietato fumare, che rappresenta inoltre causa di stress, nemico della perdita di peso. Non mancano però delle concessioni per agevolare chiunque voglia cimentarsi in questa dieta. Ammessi infatti sale iodato, burro chiarificato e aceto. Ecco una giornata tipo, seguendo la Whole 30:

  • Latte di mandorle senza zucchero a colazione, accompagnato da un po’ di burro stratificato, di contorno a delle uova strapazzate.
  • Un po’ di frutta secca come spuntino a metà mattina.
  • A pranzo verdure grigliate con del pollo alla piastra.
  • Un frutto a metà pomeriggio.
  • Patate (non fritte) per cena, di fianco a del salmone arrostito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *